Shinrin-yoku

Area in allestimento!

Shinrin-yoku è un termine giapponese che possiamo tradurre in “bagno nella foresta”. Indica un particolare metodo della medicina diffusosi in Giappone nel corso degli anni Ottanta. Tale metodo si fonda sul principio che trascorrere del tempo immersi nella natura porti ad alcuni sorprendenti benefici per la salute.

Sono state condotte diverse ricerche in Giappone relative al metodo shinrin-yoku. I ricercatori hanno scoperto che i vari elementi dell’ambiente boschivo quali l’odore del legno, il suono prodotto dall’acqua che scorre e più in generale il paesaggio, donano una sensazione di rilassamento e riducono lo stress. Nei partecipanti allo studio si è verificato un abbassamento dei livelli di cortisolo (l’ormone associato allo stress), una riduzione della frequenza cardiaca, e una diminuzione della pressione sanguigna. 

Questi miglioramenti sono con ogni probabilità dovuti ai “fitoncidi”, ovvero gli oli essenziali presenti nel tronco delle piante, che rilasciano tali sostanze per difendersi dall’attacco di parassiti e insetti. È quindi possibile godere dei benefici degli alberi semplicemente facendo una passeggiata nei boschi e respirando l’aria ricca di sostanze immunostimolanti.

Alle stesse conclusioni sono giunti anche alcuni ricercatori britannici della University of Essex, la cui ricerca ha rivelato che sono sufficienti pochi minuti al giorno trascorsi all’aria aperta immersi in uno spazio verde per migliorare l’umore, la salute mentale e l’autostima, soprattutto fra le persone stressate, sedentarie e con difficoltà a livello psicoemotivo.

La pratica è consolidata a tal punto che il Ministero della Salute della Nuova Zelanda propone, da diversi anni, le Green Prescriptions (prescrizioni verdi), ossia suggerimenti di stili di vita sani e di esercizi da fare obbligatoriamente in mezzo al verde.

Di particolare interesse scientifico è pero la ricerca condotta da Qing Li, professore alla Nippon Medical School di Tokyo, il quale ha scoperto che la terapia forestale ha un effetto stimolante sull’attività delle cellule Natural Killer. Le cellule NK fanno parte dell’immunità innata, la prima linea di difesa contro gli agenti patogeni e il cancro. In uno studio del 2009, i soggetti esaminati dal Professor Li, hanno mostrato un aumento significativo dell’attività delle cellule NK nella settimana successiva alla visita di una foresta, e gli effetti positivi sono perdurati nel tempo. Una sola giornata trascorsa nel bosco fa aumentare, in media, di circa il 40% le cellule NK. Se si rimane per due giorni consecutivi in una zona boschiva, il numero di queste cellule può crescere addirittura del 50%! 

Trovi ulteriori informazioni e documentazione scientifica nel sito Bagnonellaforesta.com

Informazioni: 

Modalità di accesso:

Attività programmate:

La pratica dello Shinrin-yoku presso il nostro parco

Per praticare lo Shinrin-yoku non serve essere degli esperti, in quanto i benefici si ottengono semplicemente passeggiando nel bosco. Visitando l’area dell’orto botanico (soprattutto l’area di flora spontanea), di fatto praticherai lo Shinrin-yoku in quanto ti troverai circondato da ettari di bosco per lo più allo stato naturale. Un bosco caratterizzato prevalentemente da piante di faggio e abete rosso, che secondo i ricercatori giapponesi sono quelle che apporterebbero i migliori benefici.   

L’orto botanico organizza periodicamente incontri per far conoscere questa terapia naturale. Si tratta solitamente di appuntamenti che durano dalle 2 alle 3 ore. Su prenotazione, organizziamo anche interi week-end dedicati al “bagno nella foresta”.

E’ bene specificare che lo Shinrin-yoku non è una pratica medica; seppur vi siano comprovati benefici suffragati da studi e sperimentazioni, non si può sperare di guarire da malattie basandosi solamente su tecniche di eco-terapia.

Supporta il Progetto

Nel cuore della Carnia stà nascendo il primo parco notturno d’Italia. Un sentiero che snodandosi nella foresta combina le bellezze di madre natura con uno spettacolo di luci, suoni e sorprese.

  • Diventa partner del Progetto
  • Sostieni il Progetto come sponsor
  • Fai una donazione
  • Diventa volontario